Posted by on set 18, 2015 in Blog | No Comments

L’Unione di Comuni Valmarecchia e l’Unione dei Comuni della Valconca (più i comuni di Coriano e Saludecio), unitamente alla Provincia di Rimini alla Camera di Commercio di Rimini insieme alla rappresentanza delle categorie economiche del territorio- hanno deciso di procedere alla presentazione della candidatura di un nuovo Gruppo di Azione Locale (GAL) in attuazione del nuovo programma LEADER 2014 – 2020 previsto dalla Misura 19 – Leader del Programma di Sviluppo Rurale 2004-2020 della Regione Emilia Romagna – PSR.
Il nuovo GAL comprenderà quei territori nella provincia di Rimini che rientrano nell’elenco regionale di quelli che possono essere interessati da strategie di sviluppo locale LEADER che sono: Casteldelci, Coriano, Gemmano, Maiolo, Mondaino, Monte Colombo, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo, Morciano di Romagna, Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, Saludecio, San Clemente, San Leo, Sant’Agata Feltria, Talamello e Verucchio.

Gruppi di Azione Locale (o semplicemente GAL) sono società composte da soggetti pubblici e privati nati con lo scopo di favorire lo sviluppo locale di un’area rurale.
I GAL sono i beneficiari dei contributi previsti dal Programma Comunitario LEADER dal francese Liaison entre actions de développement de l’économie rurale (collegamento fra azioni di sviluppo dell’economia rurale). Il Programma LEADER promuove e sostiene progetti di sviluppo rurale ideati e condivisi a livello locale per rivitalizzare il territorio, creare occupazione e migliorare le condizioni generali di vita delle aree rurali.
I GAL elaborano una Strategia di Sviluppo Locale (SSL) dell’area rurale che rappresentano e sono responsabili della sua attuazione sulla base di un apposito budget finanziario (derivante da contributi erogati dall’Unione Europea e dal Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia) messo a disposizione, tramite appositi bandi, a realtà pubbliche e soprattutto private.

Secondo quanto richiesto dal bando regionale e dell’Unione Europea, le modalità con cui i soggetti promotori del futuro GAL predisporranno la SSL, sono partecipative.
Viene presentata una bozza preliminare di “Strategia di Sviluppo Locale” (SSL) che tenga conto degli obiettivi indicati dal PSR regionale ed è sottoposta alle osservazioni della cittadinanza e dei referenti dei diversi settori socio-economici. L’obiettivo è quello di raccogliere le valutazioni dei cittadini e dei soggetti che animano il territorio, contestualizzando le misure ritenute strategiche.

Le modalità per condividere la strategia prevedono due strumenti:

– Un concordo di idee finalizzato a raccogliere proposte progettuali innovative da parte di chi non può essere presente agli incontri o preferisce consegnare contributi scritti di maggiore dettaglio. Il concorso di idee prevede la compilazione di una semplice scheda progetto in cui indicare gli obiettivi, le modalità di realizzazione e se la proposta gode già del sostegno di altri soggetti o organizzazioni. (candida QUI la tua idea progettuale).
– Un processo partecipativo svolto attraverso incontri itineranti sul territorio per coinvolgere di persona i portatori di interesse e le comunità locali. Il processo partecipativo si articola in 12 incontri pubblici (di cui 11 animati e condotti da facilitatori esperti) nei quali viene presentata la proposta preliminare di Strategia di Sviluppo Locale e dove i partecipanti potranno intervenire fornendo il loro contributo alla stesura della versione definitiva, mediante commenti, richieste di integrazioni ed idee migliorative.

Lascia un commento

Sei umano o robot? *